Agevolazioni Fiscali

 

Stai per acquistare dei mobili nuovi? Forse puoi sfruttare il bonus mobili 2017.
Contatta i nostri consulenti ed avrai tutte le informazioni necessarie per poter utilizzare le attuali normative.

Se stai pensando di arredare la tua prima casa, di cambiare la tua vecchia cucina o di rinnovare un qualsiasi altro ambiente della tua abitazione, sappi che puoi farlo spendendo la metà sfruttando la detrazione fiscale mobili meglio conosciuta come bonus mobili 2017.

Anche per il 2017 infatti, la Legge di Bilancio ha confermato il bonus mobili ed elettrodomestici, le cui informazioni sono state fornite con la circolare n. 29/E/2013 dell`Agenzia delle Entrate.
In che cosa consiste il bonus mobili 2017

Il bonus mobili 2017 consiste in una detrazione Irpef del 50%, ripartita in 10 anni, sull’importo speso per gli acquisti concernenti la riqualificazione immobiliare e gli elettrodomestici. Tale importo non può, però, superare i 10.000 euro. Gli acquisti devono, inoltre, essere effettuati entro e non oltre il 31 dicembre 2017.

Chiarito ciò, quali sono i requisiti richiesti per accedere al bonus?
Detrazione fiscale mobili: i requisiti per usufruire del bonus

Per richiedere la detrazione fiscale mobili devi attestare di aver acquistato mobili nuovi (tra cui letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione) oppure grandi elettrodomestici di classe energetica A o A+ (quindi frigoriferi, congelatori,lavastoviglie, apparecchi di cottura, forni a microonde, lavatrici, asciugatrici, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, condizionatori).

Ma non solo. Devi anche dimostrare che tali acquisti siano stati destinati a un immobile oggetto di ristrutturazione edilizia.

In altre parole, per ottenere l’agevolazione devi aver effettuato azioni di ristrutturazione prima dell’acquisto di beni, al massimo entro il 31 dicembre 2017.

Dunque, se la ristrutturazione della tua abitazione è iniziata nel 2016 ma dovesse protrarsi per tutto il 2017, il bonus mobili ti viene applicato includendo anche le spese che hai già effettuato nel 2016.

Benché, infatti, sia necessario che la data di inizio dei lavori sia anteriore rispetto all'acquisto dei mobili, non è altrettanto necessario che le spese di ristrutturazione vengano affrontate prima di quelle per l'arredo. In sostanza, se nel 2016 hai comprato mobili destinati a un appartamento la cui ristrutturazione si è protratta anche nel 2017, hai pieno diritto alla detrazione fiscale.